LIBERATO DAI DEBITI    

(Colossesi 2:13; Isaia 44:22)

 

Si racconta che un lord inglese, un mattino, fece affiggere sulle case che si trovavano nelle terre di sua proprietà e sulla cancellata del suo parco il seguente avviso: «Tutti quelli che verranno da me prima di mezzogiorno con la lista completa dei loro debiti ne saranno liberati».

Il manifesto creò enorme stupore.

Molti non gli diedero credito, altri si beffavano. Ma col passare delle ore la folla davanti al cancello aumentava.

Nessuno osava entrare per timore del ridicolo.

Verso le undici, uno si decise, salutato dalle battute degli altri.

Fu ricevuto dal castellano che gli consegnò una quietanza che lo liberava dal suo debito. Poi lo fece entrare in una stanza vicina in attesa di mezzogiorno.

Fuori, i commenti s’intrecciavano: il padrone avrà mantenuto la sua promessa? 

A mezzogiorno l’uomo uscì tutto allegro facendo vedere la sua quietanza.

Molti, allora, cercarono di entrare, ma era troppo tardi.

L’ora era scaduta.

La storia ci fa pensare al debito di ogni uomo di fronte al suo Creatore: quello del peccato.

Noi siamo insolventi, ma Dio ci offre il Suo perdono, senza costringere nessuno.

 

Tratto dal calendario “IL BUON SEME”

edizioni “il Messaggero Cristiano”

Via Santuario, 26

15048 Valenza (AL)