LA PACE IN PALESTINA

 

L’ambasciatore tedesco in Israele, Rudolf Dressler , in un’intervista, tra l’altro ha dichiarato: «Sono stato abbastanza in politica per comprendere la frase: “…finché si spara non ci sono discorsi”».

«…se venti giovani si scagliano contro una postazione israeliana, diciannove lanciano pietre e il ventesimo spara con un’arma, il soldato israeliano risponderà al fuoco per proteggere la propria vita. Spesso non colpisce il giovane armato ma qualcuno che lancia pietre. Questi e sua madre la sera saranno presentati come vittime dai mass media. Non si spiega come sia sorto tale dramma».

«Gli europei si affannano da centinaia di anni a determinare i loro confini. Pretendere dagli israeliani e dai palestinesi che riescano a farlo in uno, due, tre o dieci anni è come minimo arrogante».

 

Tratto da «CHIAMATA DI MEZZANOTTE» luglio 2001