COMPETENZE

DEL REGNO DI DIO 

(Giovanni 3:3; Matteo 7:21)

 

Non cercate le frontiere di questo regno, perché esso non ha territori. Si compone di un Re nascosto nel cielo e dei sudditi che sono ancora sulla terra, sottomessi alla gradita autorità di questo Re: Gesù Cristo.

Per far parte di questo regno, bisogna essere stati liberati dal dominio del capo di questo mondo che rende schiavi gli uomini tenendoli nelle tenebre d’un universo senza Dio. Bisogna essere «nati di nuovo» (Giovanni 3:3-8) e aver ricevuto così la luce che dà l’Evangelo della grazia di Dio, la luce su ciò che noi siamo e la luce su ciò che Dio è; perché Dio è amore. Infatti il fondamento di questo regno è l’amore.

Anzitutto l’amore del Padre che ha mandato il «Figlio del Suo Amore» per renderci degni della Sua presenza, degni del Suo regno.

È anche l’amore del Figlio, quello stesso Re che, per amore del Suo Padre e di noi, si è incaricato, mediante la Sua croce, di pagare il nostro riscatto e di liberarci dei nostri peccati.

E ora è per amore che i sudditi del Re Lo servono, sia come servi che non hanno altra volontà che quella del loro Padrone, sia come amici che conoscono i desideri profondi di Colui a cui devono tutto.

 

Tratto dal calendario “IL BUON SEME”

edizioni “il Messaggero Cristiano”

Via Santuario, 26

15048 Valenza (AL)