Può essere la poligamia consentita oggi

come lo fu nell'Antico Testamento?

 

E' vero che nell'Antico Testamento esisteva la poligamia. Essa non fu mai autorizzata, ma solo tollerata. E' una situazione paragonabile a ciò che dice Gesù in relazione al ripudio delle mogli, in Matteo 19:8 "...per la durezza dei vostri cuori."

Non possiamo quindi partire dal presupposto che Dio abbia autorizzato la poligamia. Questo lo deduciamo anche direttamente dall'Antico Testamento dove, in molti passi, viene descritto come la poligamia è stata causa di liti, gelosie, assassini, seduzione e pratiche di culto agli idoli.

Ancora Gesù in Matteo 19:4 presume che i suoi contemporanei sapessero che Dio aveva istituito il matrimonio monogamo: "Ed egli rispose loro: Non avete letto che il Creatore, dal principio, li creò maschio e femmina?". Che ciò si riferisce al matrimonio monogamo si evince anche dal fatto che Dio parlò al singolare quando disse di voler creare per Adamo "un aiuto".

L'Apostolo Paolo scrisse ai Corinzi che ogni uomo deve avere una sola moglie e ogni donna un solo marito (1° Corinzi 7:2). E quando scrive a Timoteo e a Tito, sottolinea che i vescovi della chiesa devono essere "mariti di una sola moglie" (1° Timoteo 3:2 e Tito 1:6), sottolineando così che il matrimonio monogamo è quello che risponde all'ordinamento divino.

 

 

 

 

 

Quesito tratto con permesso dal sito: www.incontraregesu.it