Spesso (o meglio: sempre) su quotidiani e riviste, troviamo una o più pagine dedicate all’oroscopo. Gente che si dichiara scettica su tutto, poi, non comincia la giornata senza darci un’occhiata; «…NON CI CREDO, PERO’ UN’OCCHIATA LA DO LO STESSO, TANTO PER CURIOSITA’».

Cosa ne pensate?

Lettera firmata

 

 

OLTRE LE STELLE

Sei motivi per non consultare l’oroscopo

 

 

1.          l’astrologia non ha basi scientifiche

Nessuno scienziato ci crede, perché l’astrologia è uno strano miscuglio di superstizione, mitologia, astrofisica e formule matematiche.

La possibilità che un gruppo di stelle possa influenzare la nostra vita è scientificamente assurda. Si sa che le stelle sono infinitamente distanti dalla terra. Inoltre le dodici costellazioni dello zodiaco, costituiscono una minima parte di milioni e milioni di stelle nella galassia della via lattea. Con quale base scientifica si può affermare che solo quei dodici gruppi di stelle possono influenzare il destino degli uomini, e non tutte le altre?

 

2.          le predizioni sono contraddittorie

Le previsioni degli astrologi variano considerevolmente e spesso si contraddicono, basta comparare i diversi oroscopi tra loro. Secondo un astrologo americano il numero fortunato per i nati sotto l’ariete è il tre, mentre in Europa un astrologo afferma che è il 48, un altro il 10 e un altro ancora il 55!

 

3.          spesso le predizioni sono ovvie e generalizzate

Si leggono spesso frasi come:«…siate pazienti; …non vi arrabbiate; …siate prudenti; …finite ciò che avete cominciato…». Viene da chiedersi: «…ma sono cose che dobbiamo fare solo in questi giorni?». Si tratta di consigli ovvi che ognuno di noi dovrebbe sempre seguire!

 

4.          spesso i consigli sono assurdi

Come è possibile che una stella dal cielo dia consigli del tipo: «…oggi stai attento a quel che mangi» o «…oggi non cominciare nulla di nuovo» oppure: «…non dare confidenza a nessuno». In certi oroscopi si consiglia quando è il momento giusto per tagliarsi i capelli, per andare dal dentista e perfino quando fare la marmellata!

 

5.          l’astrologia ignora Dio e la Sua Parola

Gli uomini vogliono sapere ciò che riserva loro il futuro. Ma come può un credente mettere la propria fiducia in un sistema di superstizione e occultismo che ignora completamente Dio e la Sua Parola?

La Bibbia è l’unica fonte alla quale dobbiamo attingere per conoscere il nostro presente e il nostro futuro.

 

6.          l’astrologia va contro gli ordini di Dio

La Bibbia vieta categoricamente la ricerca di predizione per il futuro. Il significato del termine «ASTROLOGO» in ebraico è : «dividere i cieli», per riconoscere le costellazioni.

La sapienza di Daniele (il profeta), invece, sorpassava quella degli astrologi babilonesi (libro del profeta Daniele 1:20;2:27; 4:7; 5:15), perché proveniva da Dio. L’astrologia è una forma di divinazione, denunciata in Levitino 19:26:«non praticherete alcuna sorta di divinazione o di magia». Nell’Antico Testamento quelli che predicevano il futuro e i medium venivano condannati a morte, perché ritenuti colpevoli nello stesso modo.

 

 

Se vi si dice:

«Consultate quelli che evocano gli spiriti e

gli indovini, quelli che sussurrano

e bisbigliano», rispondete:

«Un popolo non deve forse consultare il suo Dio?

(Isaia 8:19)

 

 

 

tratto e liberamente adattato da «TRAGUARDO» 1° bimestre 1999