Esistevano i dinosauri

anche al tempo di Noè?

 

Questa domanda, naturalmente, ci riporta ad un’altra: A chi credere: agli evoluzionisti o ai creazionisti?

 

Gli evoluzionisti sostengono che i dinosauri si evolsero nel corso di milioni di anni. Ritengono che una specie animale si sia evoluta lentamente nel corso di molti anni, fino a trasformarsi in un’altra specie. Sostengono, per esempio, che gli anfibi si siano evoluti in rettili (inclusi i dinosauri) attraverso questo graduale processo. Di certo, questo significherebbe, che in quel tempo dovevano esserci stati milioni di esseri viventi che sarebbero stati una via di mezzo: di anfibi evolutisi in rettili. Le prove di queste “forme di passaggio”, come sono chiamate, dovrebbero essere numerose. Tuttavia, molti esperti di fossili ammettono che nessun indubbio passaggio da una specie animale ad un’altra è stato trovato. Se i dinosauri si sono evoluti dagli anfibi, ci dovrebbero essere ad esempio, testimonianze di fossili di animali, che sono dinosauri solo per metà, ma non c’è nessuna prova di quanto sopra menzionato. Infatti, se si va in un qualsiasi museo, si possono vedere fossili di dinosauri al 100%, e non una via di mezzo. Non esistono dinosauri al 25%, al 50%, al 75% o addirittura al 99%, ma solo dinosauri al 100%.

 

La Bibbia dice chiaramente che Dio creò tutti gli animali della terra il sesto giorno. Dal momento che i dinosauri erano animali della terra, devono essere stati creati il sesto giorno, proprio come Adamo ed Eva. Se era nel disegno divino quello di creare i dinosauri, allora dovevano essere stati animali creati per svolgere una particolare funzione, quindi dinosauri al 100%. Ne abbiamo infatti la testimonianza attraverso i fossili. Gli evoluzionisti affermano che nessun uomo è mai vissuto al tempo dei dinosauri. La Bibbia invece ci fa capire chiaramente come i dinosauri e i primi abitanti del pianeta coabitassero.

Con questo possiamo dire che esistevano i dinosauri anche ai tempi di Noè. Infatti nel sesto capitolo della Genesi si legge che ogni carne (uomo e animale) “aveva corrotto la sua condotta sulla terra” (Genesi 6:12). Forse uomini e animali si uccidevano a vicenda; forse i dinosauri iniziarono ad uccidere altri animali, e gli stessi uomini. In ogni caso, la Bibbia descrive il mondo come “corrotto”, e a causa della sua corruzione Dio si rivelò ad un uomo giusto chiamato Noè e gli disse che stava per distruggere la terra con un Diluvio (Genesi 6:13). Dio perciò gli ordinò di costruire un’Arca in modo che tutti gli animali terrestri (inclusi molto probabilmente anche i dinosauri) e la sua famiglia potessero sopravvivere, mentre il Diluvio distruggeva la terra (Genesi 6:14-20). Alcuni pensano che i dinosauri fossero troppo grandi, o che ce ne fossero troppi per stare stipati nell’Arca. Comunque non c’erano molti tipi di dinosauri. Ci sono certamente centinaia di nomi di dinosauro, ma molti di questi furono dati ad un solo osso o scheletro dello stesso animale, trovati in altri paesi.

 

Nell’Arca Dio mandò due animali terrestri per ogni specie (e sette di altre), (Genesi 7:2-3; 7:8-9), senza eccezione nemmeno per i dinosauri. Nell’Arca non c’era problema di spazio perché era abbastanza grande. Tutti gli altri animali, escluso gli animali marini, annegarono. Molti sono stati coperti da tonnellate di fango mentre la furia dell’acqua imperversava coprendo la terra (Genesi 7:11-12; 7:17-23). A causa di questo rapido sotterramento, molti animali si conservarono per diventare poi fossili, e ne abbiamo testimonianze su tutto il pianeta. Il Diluvio probabilmente avvenne poco più di 4500 anni fa, ed ha facilitato la formazione di strati di fossili nella terra. Poi ulteriori strati di fossili si formarono in seguito, a causa di altre grandi precipitazioni, quando la terra si assestò dopo il Diluvio. Di conseguenza, i fossili di dinosauro formatisi dopo il Diluvio, risalgono probabilmente a circa 4500 anni fa e non milioni di anni fa.

 

Riguardo al fatto che non sono menzionati nella Bibbia e nei testi antichi, è semplicemente perché la parola “dinosauro” è stata inventata nel 1800, mentre la Bibbia è stata scritta molto tempo prima, ma ne troviamo la descrizione di animali che corrispondono alle caratteristiche dei dinosauri e che sono chiamati “dragoni”. Per esempio, nella Bibbia, nel libro di Giobbe, cap. 40, versetti 15-24, Dio descrive a Giobbe (il quale visse dopo il Diluvio) un grande animale con il quale Giobbe aveva dimestichezza. Questo grande animale, chiamato “Behemot”, viene descritto come “la prima delle opere di Dio”, forse il più grande animale sulla terra che Dio abbia creato. La sua descrizione calza precisamente con quella del Brachiosaurus.

Poi, ovviamente, come tanti altri animali, si sono potuti estinguere per svariati motivi:

·      per la competizione del cibo con gli altri animali;

·      altre catastrofi;

·      l’uomo che cacciava per avere il cibo;

·      la distruzione dell’habitat per eventi naturali;

·      etc.

Infatti molti animali si estinsero nel corso dei secoli, ed ancora si estinguono, e sembra che l’estinzione sia una regola della storia della terra e non la formazione di nuove specie.