Divorzio e seconde nozze

 

Vi sarei grato se rispondeste a questa mia domanda: un uomo (nato di nuovo) divorziato a motivo dell'infedeltà della moglie, può risposarsi? Grazie.

 

Parto dalle ultime parole: "Può risposarsi?"

Detto così, tali parole sembrano riguardare una questione ipotetica. In realtà bisogna dire che "lo si fa" e i presunti discepoli di Cristo che lo fanno stanno in aumento.

Io porrei un'altra domanda, in vista di comprendere il fenomeno in atto: Perché lo si fa? Voglio dire, cent'anni fa, anche cinquanta, i presunti discepoli di Cristo non lo facevano.

Che cosa è cambiato?

Forse l'essere sposati a ogni costo è percepito più come una necessità oggi di quanto non lo era nel passato?

Forse i comandamenti di Gesù, come quello riportato in Matteo 19:6, sono meno importanti?

Il fenomeno di cui sopra mi pare faccia parte di una tendenza simile a quella manifestata dai farisei ai tempi di Gesù. Dalle parole di Gesù in Matteo capitolo 5 si apprende che loro tentassero di ridimensionare il vero senso della legge di Dio, in base a idee correnti più morbide.

Per una risposta più completa alla domanda, rimando chi l'ha posta a LUX BIBLICA 26, La teologia del nuovo patto, capitolo 7, dove tratto la questione in profondità.

 

Rinaldo Diprose

(Docente - Nuovo Testamento)

 

 

n.d.r. :

·      è possibile acquistare il testo presso una qualsiasi libreria cristiana oppure ordinarlo direttamente a: Istituto Biblico Italiano – Via del Casale Corvio, 50 – 00132 Roma  -  istituro.ibei@tiscalinet.it