Mi ero allontanata dal Signore

 

 

Quando avevo 20 anni, dopo una delusione, mi sono allontanata dal Signore per diverso tempo.

Mi sentivo come se volessi dare un calcio a tutto, per tornare al mio stile di vita “mondano” prima della conversione.

Così mi sono di nuovo messa in contatto con i miei amici atei, con i quali avevo camminato per le strade del mondo prima di conoscere Cristo.

Ho cercato di vivere come vivevo allora, cercando di divertirmi in tutti i modi possibili.

Uno di questi amici mi ha detto allegramente: “Non ti preoccupare: c’è sempre posto per te tra noi!.

Pensare che poco tempo prima avevo dato loro la mia testimonianza.

Poco dopo, ancora depressa e confusa, sono andata in vacanza a Londra dove “per caso” ho assistito a una riunione nella quale predicava Juan un credente spagnolo che, prima della sua conversione, era stato un ateo convinto.

Juan predicava su Pietro e del modo in cui aveva rinnegato il Signore.

Durante il sermone ha usato questa metafora che non dimenticherò mai: “Pietro rinnegò il Signore mentre, con dei non credenti, stava intorno a un fuoco. Potrebbe darsi che noi figli di Dio un giorno saremo tentati di tornare nel mondo per «scaldarci» tra i non credenti, ma attenzione perché o prima o poi ci bruceremo!” .

Poi sottolineò il fatto che Pietro si pentì del suo temporaneo allontanamento dal Maestro e ritornò in comunione con il Signore.

Questo mi aiutò molto a decidermi di confessare a Dio il mio peccato e a tornare in comunione con Lui e con i credenti.

Ancora oggi, quando mi sento scoraggiata nella vita spirituale, mi ricordo di Pietro.

Il mondo può offrirci solo sollievo temporaneo ma, o prima o poi, soffriremo le conseguenze del nostro allontanamento dalle vie del Signore.

Voglio andare sempre avanti e mai tornare indietro.


Lisa

 

 

 

Tratto da «TRAGUARDO»  novembre 2003