È vero che il naso nel corso della vita continua ad allungarsi?

Con la collaborazione di Marco de Vincentiis, direttore del Dipartimento universitario di otorinolaringoiatria, audiologia e foniatria G. Ferreri dell’Università la Sapienza di Roma.

 

No. Il naso è formato da un’impalcatura di ossa e cartilagini che si sviluppa durante la crescita. Nel neonato, il naso è piccolo e le narici tendono a essere orizzontali; successivamente il naso si allunga e modifica la propria forma secondo quanto predeterminato dal Dna, raggiungendo le dimensione definitive al termine del processo di accrescimento, cioè intorno ai 18-20 anni.

Illusione. È pur vero che, osservando per esempio le foto di attori famosi, o quelle di famiglia, a distanza di tempo, si ha l’impressione che il naso si allunghi anche oltre questa età. Questo strano fenomeno è dovuto in realtà al progressivo abbassamento della punta del naso, che può dare l’impressione che il naso sia più lungo. L’effetto è dovuto al rilasciamento del muscolo mirtiforme, o depressore del setto, che è quel piccolo muscolo del naso che entra in azione, per esempio, quando spostiamo verso il basso il lato superiore (il muscolo mirtiforme in questo caso sposta verso il basso la punta del naso). Un altro fenomeno che si verifica negli anziani, che può simulare un naso più affilato e prominente, è la riduzione del contenuto di grasso delle guance.

 

 

Tratto da FOCUS DOMANDE E RISPOSTE Agosto 2005