PERCHÉ I GRECI SI CHIAMANO COSÌ?

 

Gli antichi greci chiamavano se stessi Elleni (si credevano infatti discendenti dell’eroe mitico Elleno) e il territorio che abitavano Ellade (Hellàs). Ancora oggi, in greco, la Grecia si chiama Hellas. Perché allora in italiano si dice Grecia, in inglese Greece, in tedesco Griechenland, in francese Grèce e così via? Secondo molti linguisti è tutta colpa degli antichi Romani.

Equivoco.

Quando entrarono in contatto con la colonia greca di Cuma, fondata verso il 725 a.C., gli emissari di Roma notarono che i coloni si definivano Graikoi. Il termine indicava in realtà solo le popolazioni insediate sull’isola di Eubea e sulle coste della Beozia (Grecia centro-orienatle), da cui provenivano i primi cumani. Ma i romani credettero che tutti gli abitanti di quel lontano Paese fossero “Graikoi”. Così, per tutto il mondo romano, gli Elleni diventarono Graii, traduzione latina di “Graikoi”. E quando nel IX-X secolo d.C. si formarono le prime lingue moderne, l’equivoco fu trasmesso attraverso il latino a tutti gli europei. Tranne che ai greci, la cui lingua conserva il “vero” nome della Grecia: Hellas.

 

TRATTO DA “FOCUS DOMANDE E RISPOSTE” 8/2006