ESTRATTI DALLA POLVERE

 

"Dio, il Signore formò l'uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito vitale e l'uomo divenne un anima vivente" (Genesi 2:7)

 

Il professor E. Slosson, di Washington, Stati Uniti, analista chimico di chiara fama, ha confermato con la sua dichiarazione la sorprendente (per gli increduli) esattezza scientifica che contraddistingue la Bibbia per quanto riguarda la chimica, portandolo a rendere omaggio al "Libro dei libri" come Parola di Dio.

A tal proposito il professore Slosson ha spiegato che nel capitolo due del libro della Genesi si legge che Dio formò l'uomo dalla polvere della terra.

Lo scienziato assicura che queste semplici parole hanno un significato scientifico molto profondo.

Infatti, analizzando la polvere della terra, si è scoperto che questa contiene esattamente 14 dei 92 elementi chimici conosciuti dalla scienza, e che il corpo umano è composto precisamente dagli stessi 14 elementi, ne uno in più ne uno in meno.

Altri scienziati inglesi confermano questa interessante dichiarazione di Slosson come un fatto riconosciuto e accettato dalla scienza chimica.

 

E' davvero sconvolgente!

Dio, il Creatore di tutto e di tutti, il Padre di tutti i viventi,  deve dimostrare la Sua immensità, per sperare di ottenere un minimo di considerazione.

All'uomo invece, campione incontrastato di menzogna da migliaia di anni, basta dire quattro stupidaggini in un comizio o in televisione, perché le quattro stupidaggini diventino immediatamente verità assoluta.