CHE COSA SIGNIFICANO KYRIE ELEISON, AMEN, ALLELUIA?

 

L’invocazione liturgica kyrie eleison è la trascrizione latina del greco: letteralmente significa “O Signore abbi pietà”.

Amen deriva dall’ebraico āmēn ed è la formula che conclude le preghiere nella liturgia cristiana: significa “in verità”, ma anche “così sia”, “va bene”, “sia pure”.

Lodi.

Osanna, dal latino hosānna, è la trascrizione dell’ebraico hōshī’ ah-nnā, cioè “salvaci!” o “salva!”, esclamazione rivolta dal popolo a Gesù che entrava trionfalmente a Gerusalemme. Nella liturgia cristiana è una delle formule caratteristiche degli inni di lode a Dio come invocazione di aiuto e implorazione.

Infine, l’acclamazione liturgica cristiana alleluia, che i fedeli elevano all’inizio e alla fine dei salmi e in altre preghiere come grido di esultanza e di lode, deriva dal latino alleluia, a sua volta derivato dall’ebraico hallĕlū Yāh. Letteralmente significa “lodate (hallĕlū) il Signore/Dio (Yāh).

 

TRATTO DA “FOCUS DOMANDE E RISPOSTE” 8/2006