Neonata in ostaggio


GERUSALEMME

Non paga il conto dell’ospedale e non le ridanno la figlia: č successo in un ospedale di Gerusalemme, dove una mamma arabo-israeliana aveva dato alla luce 3 bambini con un parto prematuro. Al momento delle dimissioni, la donna non č stata in grado di pagare i 2.150 dollari richiesti dall’ospedale, che ha quindi trattenuto uno dei tre gemellini a titolo di garanzia.

Ora il ministero della Giustizia israeliano dovrŕ decidere se procedere in giudizio nei confronti dell’ospedale.

(17marzo 2006)

 

Tratto da «Focus» 7/2007