Come sono nati i corn flakes?

 

William Keit Kelloginventò” i fiocchi di cereali per errore, mentre tentava di aiutare il fratello John Harvey, medico e fervente seguace della Chiesa Avventista del Settimo Giorno.

John Kellogg dirigeva una clinica a Battle Creek, nel Michigan, e pensava che i suoi pazienti, quasi tutti malati di obesità, per guarire dovessero diventare più “morigerati”, sia nell’ingestione dei cibi sia nelle pratiche sessuali. Il medico riteneva che i cereali sarebbero stati la dieta più adatta per “disintossicare” il corpo dei malati (gli Avventisti del Settimo Giorno sono vegetariani), i quali però non gradivano affatto le cene a base di pannocchie e si lamentavano parecchio col dottore.

 

Dieta

Il 19 febbraio del 1906, il fratello minore di John, William, dimenticò le pannocchie sul fuoco ma, invece di gettarle, schiacciò il mais tra due rulli e passò nel forno la sfoglia così ottenuta.

I fiocchi di mais tostati piacquero così tanto ai pazienti di John che i due fratelli pensarono di metterli in commercio.

Oggi la Kelloggs produce 240 milioni di scatole di corn flakes all’anno.

E pensare che tutto cominciò per insegnare agli obesi un po’ di “continenza”.

 

Tratto da FOCUS D&R 10 marzo 2007